HOME Articoli

Lo sai che? Bollo auto: per chi non paga niente revisione

Lo sai che? Pubblicato il 18 maggio 2017

Articolo di

> Lo sai che? Pubblicato il 18 maggio 2017

Arriva la stretta anti-evasione: dall’1 gennaio 2018 niente revisione per chi non è in regola con i pagamenti del bollo auto.

Con un emendamento che è stato inserito nel decreto legge di correzione dei conti pubblici da Francesco Ribaudo del Pd, dall’1 gennaio 2018 arriva la stretta anti evasione per il Bollo auto (da leggere anche Si paga il bollo auto per le auto storiche?).

L’emendamento prevede che gli uffici competenti del Dipartimento per i trasporti terrestri e le imprese autorizzate prima di effettuare la revisione ai veicoli debbano verificare l’avvenuto pagamento, dell’anno in corso e degli anni precedenti, della tassa di proprietà, della tassa di circolazione e della situazione di fermo amministrativo.

Nel caso in cui la verifica dia esito negativo, non è possibile procedere con la revisione del veicolo e il proprietario è obbligato a effettuare i pagamenti mancanti e presentare una nuova richiesta di revisione per poter circolare.

Il proprietario del veicolo è tenuto a dimostrare l’avvenuto pagamento del bollo, solo a partire dal periodo d’imposta che decorre successivamente all’acquisto. Si tratta, insomma, di un cambiamento che dovrebbe dare un grosso contributo alla lotta contro l’evasione dal pagamento del bollo auto.

Brutto colpo per gli automobilisti

Dunque, questo emendamento potrebbe essere un brutto colpo per gli automobilisti che da troppi anni attendevano un’abolizione di questa tassa sentita sempre più come inutile.

Del resto, il bollo auto fa incassare alle Regioni 5,9 miliardi di euro circa ogni anno, contando anche le more dovute ai pagamenti ritardati e alle multe per il bollo non pagato. Difficile rinunciare a una simile liquidità.

Ovviamente tale emendamento deve prima essere approvato per poter diventare legge. Già a dicembre, sempre tra le fila del Pd, qualcuno aveva cercato di legare il pagamento del bollo alla revisione, ma in quel caso il tentativo non era andato a buon fine. Poi un emendamento simile fu respinto in quanto trasformava le officine in “esattori dell’Agenzia delle Entrate”.

Ora la proposta sarà ulteriormente valutata dalla commissione Bilancio della Camera. Aspettiamo…

Segui La Legge per Tutti Business

Se credi che La Legge per Tutti Business possa essere la pagina che fa per te ecco come fare in pochi passi per averla sempre al top della tua timeline di Facebook: clicca qui, ti si aprirà la pagina nella nuova scheda.

Clicca su mi piace e poi nella sezione «seguici»  clicca su «mostra sempre per primi». Non perderai neanche uno dei nostri pezzi e sarai sempre aggiornato. Ti aspettiamo.

note

Autore immagine: Google Immagini

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


CERCA CODICI ANNOTATI