HOME Articoli

Lo sai che? Quali assenze garantiscono la maturazione delle ferie?

Lo sai che? Pubblicato il 13 agosto 2017

Articolo di

> Lo sai che? Pubblicato il 13 agosto 2017

Hai fatto il calcolo corretto delle ferie che ti spettano? Sai che quando sei assente le maturi comunque? Ecco in quali casi.

Le ferie maturano in gran parte dei casi in cui ci si assenta dal lavoro.

In particolare le assenze dal lavoro per motivi indipendenti dalla volontà del lavoratore non interrompono la maturazione delle ferie. Rientrano per legge in questa categoria:

  • Astensione obbligatoria per maternità;
  • Infortunio;
  • Richiamo alle armi;
  • Permessi retribuiti;
  • Congedo matrimoniale;
  • CIG a orario ridotto;
  • Malattia;
  • Incarichi presso seggi elettorali;
  • Contratti di solidarietà;

Inoltre i Contratti collettivi possono prevedere ulteriori tipologie di assenze di questo tipo.

Quali sono le assenze che non fanno maturare le ferie?

Non rientrano invece nella maturazione delle ferie:

  • Astensione facoltativa per maternità
  • Malattia del bambino
  • Sciopero
  • CIG a zero ore
  • Aspettativa

Come si calcolano le ferie?

Le modalità di calcolo delle ferie maturate nei giorni di assenza vengono generalmente indicate dalla contrattazione collettiva o dalla prassi aziendale. Tuttavia, in base ai principi generali della disciplina il calcolo va effettuato applicando la seguente formula: (giorni di ferie spettanti × giorni di assenza)/giorni lavorativi.

Per ulteriori informazioni ti consigliamo di consultare la nostra guida completa Ferie: calcolo, diritti, doveri, la guida completa.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


CERCA CODICI ANNOTATI