HOME Articoli

Lo sai che? Cos’è il servizio universale delle telecomunicazioni

Lo sai che? Pubblicato il 12 ottobre 2017

Articolo di

> Lo sai che? Pubblicato il 12 ottobre 2017

Il servizio universale è un concetto recente che, in materia di telecomunicazioni, mira ad assicurare la presenza di “un telefono in ogni casa”

La problematica del servizio universale è estremamente attuale. Per quanto concerne la materia delle telecomunicazioni, è di comune esperienza la rivoluzione che le nuove tecnologie hanno introdotto nella nostra routine (il nostro stile di vita è radicalmente cambiato rispetto al passato). In proposito, uno degli obiettivi principali del servizio universale è quello di garantire la presenza di “un telefono in ogni casa“, in modo tale da consentire una piena partecipazione dell’individuo alla vita sociale, politica ed economica del Paese.

Ma procediamo con ordine. Scopriamo assieme cosa si intende per servizio universale, qual è la sua funzione in materia di telecomunicazioni, quale impresa è attualmente incaricata di garantirlo, qual è il ruolo dell’Agcom in materia e quali sono stati i cambiamenti più recenti.

Cos’è il servizio universale?

Il servizio universale è un concetto recente, introdotto dal diritto comunitario, volto a garantire la fruizione di determinati servizi pubblici essenziali su tutto il territorio nazionale. Si tratta di quel sistema che consente di garantire a tutti un insieme minimo di servizi forniti ad un livello qualitativo specifico e ad un prezzo “accessibile”.

Il servizio universale nelle telecomunicazioni

Con particolare riferimento alle materia delle telecomunicazioni, il concetto di servizio universale [1] si è diffuso in seguito alla liberalizzazione del mercato nel settore e mira ad assicurare la presenza di “un telefono in ogni casa”. La possibilità di fare e ricevere telefonate ad un prezzo ragionevole è oggi considerato un servizio indispensabile per la partecipazione della persona alla vita sociale, politica ed economica del Paese. È indubbia la rilevanza del telefono nella vita di tutti i giorni: tramite questo oggetto, infatti, possiamo avere immediato accesso ad un quantitativo innumerevole di informazioni nonché di servizi pubblici e possiamo mantenere legami costanti con i nostri cari lontani. Il telefono, inoltre, è fondamentale per la vita degli anziani, dei diversamente abili e di coloro che abitano le aree rurali; serve poi a migliorare la nostra sicurezza personale e sociale attraverso i servizi di emergenza.

Telecom Italia

L’impresa attualmente incaricata di garantire il servizio universale in tema di telecomunicazioni è Telecom Italia, la quale è tenuta a effettuare i seguenti servizi:  la fornitura di un accesso a una rete di comunicazione pubblica da postazione fissa che permetta di comunicare tramite voce, fax e dati (questi ultimi con una velocità tale da garantire un accesso efficace ad internet); il servizio di telefonia pubblica, tale da permettere anche chiamate gratuite d’emergenza; nonché le misure speciali in favore di utenti diversamente abili ovvero in condizioni di disagio economico e sociale. È un sistema, volto a garantire determinati bisogni del cittadino considerati oramai indispensabili.

L’Agcom identifica annualmente gli obiettivi di qualità

L’operatore designato alla loro fornitura deve rispettare dei livelli minimi di qualità. Per tale ragione, è demandato all’Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) il compito di fissare annualmente gli obiettivi di qualità, che riguardano: il tempo di fornitura dell’allacciamento iniziale; il tasso di malfunzionamento per linea di accesso; il tempo di riparazione dei malfunzionamenti; il tempo di risposta dei servizi tramite operatore; la percentuale di telefoni pubblici a pagamento in servizio; l’accuratezza della fatturazione; la percentuale di fatture contestate; il tempo minimo di navigazione su Interactive Voice Response (IVR) per accedere alla scelta operatore; il tempo medio di risposta dell’operatore alle chiamate entranti; la percentuale di chiamate entranti in cui il tempo di risposta dell’operatore è inferiore a 20 secondi. Tramite la fissazione annuale di questi obiettivi, l’Agcom si prefigge come scopo quello di migliorare la qualità del servizio universale.

La qualità dei vari servizi è in progressivo miglioramento

L’esame delle Delibere dell’Agcom permette di constatare un progressivo miglioramento dei vari servizi. Tramite la consultazione della tabella presente sul sito dell’Agcom, è possibile notare come i risultati conseguiti da Telecom Italia siano sempre maggiori rispetto agli obiettivi prefissati dall’Autorità. Si spera, e proseguendo per questa via la speranza è molto vicina alla realtà, che le prestazioni fornite tramite il sistema del “servizio universale” siano sempre qualitativamente migliori e ad un costo sempre più accessibile agli utenti.

note

[1] Art. 53 D.lgs. 259/2003 (Codice delle comunicazioni elettroniche).

Autore immagine: Pixabay.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


CERCA CODICI ANNOTATI