HOME Articoli

Lo sai che? Vendere per 10mila euro i propri ricordi? Ecco i risultati

Lo sai che? Pubblicato il 6 dicembre 2017

Articolo di

> Lo sai che? Pubblicato il 6 dicembre 2017

Quanti di noi sarebbero disposti a mettere in vendita i propri ricordi in cambio di vedere incrementato il proprio conto in banca? Scopriamolo insieme

I ricordi sono il tessuto dell’identità di ognuno. Ciascuno di noi senza i propri ricordi si sentirebbe perso. C’è chi dice che «la vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per poterla raccontare» [1]. Ma quanti di noi sarebbero disposti a mettere in vendita i propri ricordi in cambio di vedere incrementato il proprio conto in banca?  Quanti di noi sarebbero disposti a fare tabula rasa nella propria mente per denaro? Si è disposti, per soldi, a perdere per sempre alcuni ricordi della propria vita, belli o brutti che siano? È questa la domanda al centro di un esperimento sociale condotto dal sito lastminute.com tra il 15 ottobre ed il 13 novembre 2017 ed i cui risultati sono stati davvero sorprendenti. Scopriamoli insieme.

Ricordi in cambio di denaro: chi è disposto a perderli per sempre?

Se qualcuno ti chiedesse di vendere i tuoi ricordi, di cancellarli definitivamente dalla tua mente, tu cosa risponderesti? Accetteresti 10mila euro in cambio dei tuoi ricordi? Questo l’amletico interrogativo al centro di uno studio, condotto dalla nota azienda OnePoll, che tra il  15 ottobre ed il 13 novembre scorso ha visto coinvolte più di 8mila persone in Italia, Regno Unito, Francia e Germania. I risultati sono a dir poco sorprendenti: se per la stragrande maggioranza delle persone i ricordi non hanno prezzo, alcuni di noi (soprattutto italiani, appunto) non si farebbero problemi a metterli in vendita in cambio di 10 mila euro.

Ricordi in vendita: i risultati

Secondo i dati raccolti,  il 62% degli italiani preferisce conservare i propri ricordi più cari, letteralmente ad ogni costo. In particolare, tra i ricordi ai quali nessuno rinuncerebbe e, pertanto, indelebili ci sono quelli relativi alla famiglia e all’amore, alla propria infanzia e ai viaggi.  I ricordi più belli che rimangono per sempre  impressi nella memoria degli italiani sono di sicuro i viaggi, specie se condivisi con i propri affetti. Seguono il “primo bacio”, la “prima volta”, la laurea e il giorno del matrimonio.

Dall’indagine, tuttavia, è emerso che il 19% degli italiani sarebbe disposto a fare tabula rasa nella propria mente, cancellando così anche i ricordi più preziosi in cambio di soli 10mila euro. Si tratta di una percentuale elevata, se rapportata a quella dei nostri, meno cinici a questo punto, cugini francesi: solo il 14% di loro rinuncerebbe ai propri ricordi in cambio di denaro, contro il 13% degli inglesi e il 15% dei tedeschi.

note

[1] Gabriel Garcia Màrques.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


CERCA CODICI ANNOTATI