HOME Articoli

Lo sai che? Infortuni sul lavoro: nessuna responsabilità del datore se il rischio era occulto

Lo sai che? Pubblicato il 29 ottobre 2013

Articolo di

> Lo sai che? Pubblicato il 29 ottobre 2013

Il datore di lavoro risponde dell’infortunio subito dal dipendente solo se il rischio di lesioni è specifico.

 

Non sussiste la responsabilità del datore di lavoro quando l’infortunio del dipendente è derivato da un pericolo occulto presente sul luogo di lavoro.

È quanto stabilito dalla Cassazione in una recente sentenza [1].

Secondo i giudici, il datore è responsabile solo per i rischi specifici e propri dell’attività svolta, cioè i rischi da affrontare tramite regole tecniche. Il riferimento è a tutte le probabili cause di infortunio in merito alle quali il datore ha un obbligo di messa in sicurezza e di informazione e formazione nei confronti dei dipendenti.

In particolare, l’imprenditore deve adottare tutte le precauzioni e le misure di prevenzione necessarie per evitare o comunque affrontare i rischi discendenti dalle mansioni svolte e dall’ambiente di lavoro. L’esempio tipico è quello dei rischi connessi all’utilizzo di macchinari e strumenti pericolosi.

Diversamente, il datore non risponde in caso di infortunio derivante da un pericolo occulto, completamente indipendente dall’attività svolta. Esso, infatti, non è soggetto a particolari regole tecniche di precauzione e non rientra nel controllo di cui deve farsi carico il datore.

Il caso deciso dalla Cassazione, riguardava un operaio che, mentre spostava le ante scorrevoli di un cancello per pulirle, era stato travolto da una di esse fuoriuscita dal binario. In questo caso, secondo i giudici, la colpa dell’infortunio non è attribuibile al datore perché la fuoriuscita dal binario rappresentava un pericolo occulto.

note

 

[1] Cass. sent. n. 39491 del 24.09.2013

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


CERCA CODICI ANNOTATI