HOME Articoli

Lo sai che? Università: tasse illegittime e 7mila borse di studio negate

Lo sai che? Pubblicato il 10 marzo 2018

Articolo di

> Lo sai che? Pubblicato il 10 marzo 2018

Molte università hanno imposto ai propri studenti il pagamento di tasse universitarie illegittime che dovranno essere rimborsate. Ci sono inoltre moltissimi studenti che avrebbero diritto alla borsa di studio, ma non la ricevono

L’Italia è il terzo Paese europeo per tassazione universitaria più alta, oltretutto una tassazione spesso anche fuori legge. Senza saperlo, infatti, numerosi studenti universitari hanno versato nel corso degli anni tasse per importi superiori a quelli previsti dalla legge. Moltissimi Atenei italiani, infatti, hanno imposto agli studenti tasse troppo alte che dovranno essere rimborsate. Di tanto avevamo parlato negli articoli: Tasse universitarie troppo alte: al via i rimborsi e Tasse universitarie fuori legge: via ai rimborsi.

Ora arrivano anche i dati ufficiali e la denuncia dell’Udu (Unione degli Universitari): metà degli atenei italiani sono fuori legge per le (troppe) tasse fatte pagare dalle università che dal 2008 in poi hanno scaricato due terzi (il 63%) dei tagli subiti ai propri fondi direttamente sulle tasche degli studenti.

Università: 7mila borse di studio negate

Ma non è finita qui.  Negli ultimi anni, le tasse universitarie italiane sono diventate tra le più alte del mondo, a fronte di servizi agli studenti neppure comparabili a quelli garantiti in altri Paesi. Ora, se è vero che la cultura costa cara, ma l’ignoranza ancor di più, non bisognerebbe nemmeno dimenticare che lo studio non è solo un dovere, ma anche e soprattutto un diritto (peraltro costituzionalmente garantito). Ciò detto, sarebbe inimmaginabile pensare che siffatto diritto possa esser violato proprio dall’Istituzione che – per eccellenza – dovrebbe rappresentarlo: ovverosia dall’Università. Ed invece così è stato. Per anni, molti Atenei Italiani hanno imposto ai propri studenti il pagamento di tasse universitarie illegittime, in quanto di gran lunga superiori ai limiti di legge.

Non solo. C’è, infatti, un dato (forse) ancora più grave: ci sono 7mila studenti che avrebbero diritto alla borsa di studio, ma non la ricevono. La denuncia arriva – ancora una volta – dall’Unione degli Universitari, sindacato studentesco che ha incrociato i dati del Miur con quelli dell’Osservatorio regionale per l’università e per il diritto allo studio della Regione Piemonte per elaborare un rapporto sulle borse di studio nel nostro Paese diffuso nei giorni scorsi. Ebbene, dai dati è emerso che nell’anno accademico 2009/2010 furono quasi 30mila gli studenti che avevano i requisiti per una borsa di studio, ma hanno dovuto pagarsi l’università interamente di tasca propria. Tra quelli iscritti oggi questo numero si è ridotto a 7mila.

Università: chi ha diritto alla borsa di studio

Idonei alle borse di studio sono quegli studenti che hanno i requisiti, innanzitutto legati al reddito, per ottenerle. Beneficiari sono coloro che effettivamente ricevono questo contributo. Non sempre i due numeri coincidono: può capitare che i primi siano più di quanti le singole università siano effettivamente in grado di sostenere. E quindi questi studenti, pur avendone diritto, non ricevono alcun finanziamento. La quota di studenti che hanno diritto ad una borsa, ma non la ricevono per mancanza di fondi si concentra in tre regioni d’Italia: Sicilia, Calabria e Campania.

Tasse universitarie e borse negate: il diritto al rimborso

Inutile sottolineare che quanto sin qui descritto costituisce una palese violazione del diritto allo studio, che ha cagionato un danno a migliaia di studenti i quali avranno diritto ad un risarcimento.

Vi terremo, dunque, aggiornati sul punto. Per quanto concerne, invece, le tasse universitarie pagate illegittimamente ed il conseguente diritto al rimborso, vi invitiamo alla lettura dell’articolo Tasse universitarie fuori legge: via ai rimborsi, ove troverete tutte le informazioni per sapere come chiedere e ottenere il rimborso delle tasse universitarie non dovute.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


CERCA CODICI ANNOTATI